OPERE


Il corpo è dislocato in uno spazio sospeso ma nello stesso tempo familiare e tangibile. 
Il banco e il nero,il grigio e le sue sfumature delineano occhi e silenzi. I colori poi si accendono in una viva rappresentazione dell’esistente e diventano bocche carnose, rosse e gambe femminili, fiori, carne rosa e nuda in tessuti corposi e tattili.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *