THE DARK SIDE OF THE LIGHT

Luci e ombre come squarci sulla tela. Chiaro e scuro, giochi di improvvise illuminazioni che rischiarano il buio. Nessun confine netto, ma miscele di elementi che rispecchiano e rischiarano mente e anima. Luce e buio, in continua alternanza, si rafforzano a vicenda, completandosi. Opere metaforiche di quella che è la condizione umana, paesaggi simbolici che fanno da specchio all’inconscio dell’artista. La luce rischiara quello che la mente potrebbe nascondere, il buio cela e crea silenzi irrisolti. Ma questo buio si lascia illuminare dalla luce permettendo a chi guarda di intravedere i suoi mille misteri. I diversi materiali che vengono utilizzati riprendono la complessità di una realtà multisfaccettata e mai statica. Colori e texture vengono metaforicamente accostati, come se fossero una rappresentazione del fluire degli eventi che si alternano proprio come il chiaro e lo scuro, la luce e l’ombra. E proprio come la quotidianità anche lo spazio viene scomposto, ma non si tratta di compartimenti stagni, bensì di pezzi riconducibili gli uni agli altri. Sogni e sintomi di una personalità inquieta e non banale, come non lo è il divenire che queste opere vogliono rappresentare. Una via di fuga dalla realtà, un rifugio nella magica alchimia creata da colori e materiali che rendono uniche queste opere. un racconto: cucire pezzi di storia per scrivere una fine, per cicatrizzare le ferite del passato, per immortalare l’attimo evitando le tenebre dell’oblio.

Serena Marigliano (2012)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *